Sensei Alberto Scarpellini

3° DAN | Karate Shotokan

Nasce nel 1979 in provincia di Bergamo. Dopo aver praticato Atletica Leggera a livello agonistico per anni, approda al karate nel 2001, entrando nel dojo del M° Cividini dove militano anche il papà Domenico e lo zio Clemente. Mentre di giorno corre per le vie di Bergamo e provincia in preparazione alle gare di atletica, di sera pratica il karate con assiduità. Nel 2004, dopo aver allenato una squadra di bambini per due anni, lascia definitivamente l’atletica leggera per dedicarsi completamente al karate e nel 2005 ottiene il grado di cintura nera 1° DAN che gli viene conferito dal M° Cividini. Nello stesso anno studia giapponese in preparazione del suo primo viaggio nel paese del Sol Levante dove si reca, per venticinque giorni, con l’amico e compagno di dojo Simone, nell’intento di approfondire la cultura giapponese.
In seguito a vicissitudini che portano l’abbandono da parte del M° Cividini del proprio dojo e dei propri allievi nel 2008, inizia a studiare il karate autonomamente insieme a papà e zio. Il 2010 è l’anno del secondo viaggio in Giappone. In quell’occasione contrae una malattia che compromette la sua salute per diverso tempo, sottoponendolo ad un lungo periodo di recupero e allontanandolo inevitabilmente dal karate. In questo lasso di tempo si avvicina al Raja Yoga, comincia a meditare e inizia un percorso di auto consapevolezza per approfondire la comprensione della componente mentale e spirituale presente nelle arti marziali. Questo lo porterà poi a frequentare il corso istruttori della scuola di Raja Yoga.
Tornerà a praticare compiutamente solo nel 2012, anno in cui getta le basi per la costituzione della Scuola di famiglia. Nel 2013 fonda, insieme a papà, zio e ai due allievi più anziani, Siegfried e Sverker, l’Associazione NekoBuKai. Nello stesso anno entra in contatto con diversi Maestri che militano nel Nord Italia tra cui, il M° Renzo Scalmati, amico di lunga data, Giacomo Orisio, Enrico Paccagnella, Rino Cerzosimo e Michele Julitta. Grazie al loro contributo e al continuo confronto, dopo un anno vede finalmente ufficializzato il proprio grado di 2° DAN e la qualifica di Istruttore dagli stessi maestri (aveva già precedentemente allenato classi di bambini per conto del M° Cividini). Nel 2017 consgue il 3° DAN e ottiene la qualifica di Maestro.
Dal 2016 vive tra l’Italia e la Gran Bretagna dove si allena con il M° Christopher Gillies al Tokushinkai Club, divenendo membro ufficiale della S.K.K.I.F. (S.K.I.F. Inglese), ottenendo il riconoscimento dei gradi e potendo così allenarsi con il M° Kanazawa durante le sue visite annuali nel Regno Unito.
In qualità di Presidente, gestisce e coordina le attività dell’Associazione, promuovendone i corsi e curandone l’immagine.
Come istruttore si impegna ad insegnare karate (con fondamenti di kobudo), prepara i programmi di allenamento e coordina l’attività didattica. Anni di agonismo nell’atletica leggera gli hanno conferito delle solide fondamenta in merito alle teorie dell’allenamento, per questo si occupa di pianificare la preparazione atletica degli allievi e la didattica. Prosegue nello studio del kobudo, del t’ai ch’i e del qi gong, e continua la pratica della meditazione.

Altri Istruttori

Corso di Karate

Corso di Karate tradizionale.

Scuola di Karate

Tradizione e Filosofia.

Maestro Alberto Scarpellini

3° DAN | Karate Shotokan

Nasce nel 1979 in provincia di Bergamo. Dopo aver praticato Atletica Leggera a livello agonistico per anni, approda al karate nel 2001, entrando nel dojo del M° Cividini dove militano anche il papà Domenico e lo zio Clemente. Mentre di giorno corre per le vie di Bergamo e provincia in preparazione alle gare di atletica, di sera pratica il karate con assiduità. Nel 2004, dopo aver allenato una squadra di bambini per due anni, lascia definitivamente l’atletica leggera per dedicarsi completamente al karate e nel 2005 ottiene il grado di cintura nera 1° DAN che gli viene conferito dal M° Cividini. Nello stesso anno studia giapponese in preparazione del suo primo viaggio nel paese del Sol Levante dove si reca, per venticinque giorni, con l’amico e compagno di dojo Simone, nell’intento di approfondire la cultura giapponese.
In seguito a vicissitudini che portano l’abbandono da parte del M° Cividini del proprio dojo e dei propri allievi nel 2008, inizia a studiare il karate autonomamente insieme a papà e zio. Il 2010 è l’anno del secondo viaggio in Giappone. In quell’occasione contrae una malattia che compromette la sua salute per diverso tempo, sottoponendolo ad un lungo periodo di recupero e allontanandolo inevitabilmente dal karate. In questo lasso di tempo si avvicina al Raja Yoga, comincia a meditare e inizia un percorso di auto consapevolezza per approfondire la comprensione della componente mentale e spirituale presente nelle arti marziali. Questo lo porterà poi a frequentare il corso istruttori della scuola di Raja Yoga.
Tornerà a praticare compiutamente solo nel 2012, anno in cui getta le basi per la costituzione della Scuola di famiglia. Nel 2013 fonda, insieme a papà, zio e ai due allievi più anziani, Siegfried e Sverker, l’Associazione NekoBuKai. Nello stesso anno entra in contatto con diversi Maestri che militano nel Nord Italia tra cui, il M° Renzo Scalmati, amico di lunga data, Giacomo Orisio, Enrico Paccagnella, Rino Cerzosimo e Michele Julitta. Grazie al loro contributo e al continuo confronto, dopo un anno vede finalmente ufficializzato il proprio grado di 2° DAN e la qualifica di Istruttore dagli stessi maestri (aveva già precedentemente allenato classi di bambini per conto del M° Cividini). Nel 2017 consgue il 3° DAN e ottiene la qualifica di Maestro.
Dal 2016 vive tra l’Italia e la Gran Bretagna dove si allena con il M° Christopher Gillies al Tokushinkai Club, divenendo membro ufficiale della S.K.K.I.F. (S.K.I.F. Inglese), ottenendo il riconoscimento dei gradi e potendo così allenarsi con il M° Kanazawa durante le sue visite annuali nel Regno Unito.
In qualità di Presidente, gestisce e coordina le attività dell’Associazione, promuovendone i corsi e curandone l’immagine.
Come istruttore si impegna ad insegnare karate (con fondamenti di kobudo), prepara i programmi di allenamento e coordina l’attività didattica. Anni di agonismo nell’atletica leggera gli hanno conferito delle solide fondamenta in merito alle teorie dell’allenamento, per questo si occupa di pianificare la preparazione atletica degli allievi e la didattica. Prosegue nello studio del kobudo, del t’ai ch’i e del qi gong, e continua la pratica della meditazione.

Altri Istruttori

Corso di Karate

Corso di Karate tradizionale.

Scuola di Karate

Tradizione e Filosofia.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This